Formula Furto e Incendio per le moto, ecco cosa sta succedendo

di Alba D'Alberto Commenta

Il mercato delle due ruote ritorna in attivo e così anche le tariffe assicurative si assestano nella seconda parte dell’anno. Sono cambiate alcune caratteristiche delle polizze che poi contribuiscono alla definizione del premio finale. Molte le richieste di una copertura furto e incendio.  

Gli ultimi rilevamenti dell’Osservatorio di Segugio.it parlano chiaro: esaminando tutti i preventivi richiesti dai motociclisti italiani, si vede che le tariffe RC Moto per il periodo luglio-settembre si sono attestate sui 575 euro, contro i 535 dello stesso periodo dello scorso anno.

Il premio medio è variato perché sono cresciuti di numero gli utenti che vogliono nell’RC base la formula dell’Incendio e Furto, salita al 9,5% contro l’8% rilevato negli ultimi sei mesi del 2015. La situazione è diversa quando di parla di best price perché siamo arrivati a 320 euro e ci si è allontanati dal range 350-450 euro che aveva caratterizzato il quinquennio 2010-2015.

Gli utenti possono risparmiare in media il 44,4% sul prezzo dell’RC Moto confrontando i prezzi sui preventivatori. L’Osservatorio stabilisce che il 43,09% dei preventivi ha permesso agli utenti di tagliare la spesa. Spiega Il Segugio:

L’analisi sui guidatori ha calcolato un maggior numero di motociclisti che occupano le primequattro classi di merito, circa un terzo del totale (il 31,38%). Il dato si accompagna all’alta percentuale di guidatori virtuosi, ovvero che non causano sinistri da almeno 5 anni, arrivati al 96,07%.

Stesso discorso per la quantità di contratti relativi all’acquisto di moto nuove, passati dal 9,2% della seconda parte del 2015 agli attuali 10,16%, mentre sono in ribasso quelli stipulati per comprare un veicolo di seconda mano (ora al 28,42%).

L’anzianità media delle due ruote continua a crescere, arrivando a sfiorare i 10 anni. Il problema dei veicoli vecchi riguarda sia il parco moto che il parco auto. Le moto immatricolate da oltre 6 anni rappresentano il 74,64% del totale, mentre quelle targate da meno di tre anni sono il 12,1%. Per capire i prezzi bisogna anche valutare la percorrenza media annua.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>