Giovani sempre meno soddisfatti delle assicurazioni

di redazione Commenta

I clienti delle assicurazioni, quelli più giovani, sono sempre meno soddisfatti delle compagnie assicurative. È questo quello che emerge da un’indagine World Insurance Report che adesso è arrivata all’ottava edizione e che si preoccupa di misurare la soddisfazione delle persone in ambito assicurativo. 

A livello mondiale le compagnie assicurative continuano a crescere e lo fanno al ritmo di nuove promozioni e stratagemmi per trovare sempre clienti più fedeli. Eppure in questa tensione verso la quantità pare abbiamo perso di vista la qualità, almeno stando a quello che raccontano i giovani assicurati.

Il World Insurance Report ha evidenziato che le compagnie si sforzano costantemente di trovare sistemi nuovi per rispondere alle esigenze degli assicurati, ma l’impegno in tal senso dà scarsi risultati. La customer experience si è ridotta di 3,7 punti percentuali e sembra che sia una discesa di cui tenere conto. Negli ultimi due anni infatti non ci sono stati mai risultati positivi. Nel 2014 la soddisfazione era al 28,9 per cento, nel 2013 soltanto un anno prima, era al 32,6% ed ora scende ancora.

Un trend negativo che abbraccia tutti i rami assicurativi, sia le polizze rc auto, sia quelle per la copertura della casa, sia le assicurazioni vita o le assicurazioni sanitarie. La clientela non soddisfatta è la cosiddetta Generazione Y fatta da assicurati di età compresa tra 18 e 34 anni, che opera sui social media, sui canali online e sul mobile ed è a conoscenza delle offerte e degli strumenti che le compagnie mettono loro a disposizione.

A livello geografico, il peggioramento del gradimento riguarda soprattutto i paesi dell’America Settentrionale (-10,9%) e quelli dell’Asia Pacifica (-5,4%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>