Le provincie con l’assicurazione auto più cara e quelle dove costa meno

di redazione 0

lavoro-banca

In Italia l’assicurazione auto è la più costosa d’Europa come hanno dimostrato i dati di diversi istituti ufficiali. Per gli ultimi dati dell’Ivass, sono addirittura il 95% gli italiani che pagano un’assicurazione auto al prezzo doppio rispetto alla media europea. In Italia, però, c’è una differenza tra le varie provincie in quanto il calcolo del rischio si basa sulla zona di residenza e non è stabilito su base nazionale. Vediamo le provincie dove l’assicurazione auto costa meno.

  Aosta Al primo posto con un risparmio rispetto alla media nazionale del 39%. Questi sono i dati dell’Istat che mostrano anche come ad Aosta si spende un terzo che a Napoli, cioè la città più cara. Novara Si trova al secondo posto con dati simili a quelli di Aosta. Anche in questo caso il confronto con la città dove l’assicurazione auto è più cara è attorno al 65%. Udine Al terzo posto Udine con premi assicurativi molto simili a quelli di Aosta e Novara. Le prime tre città di differenziano di poco e i prezzi sono più bassi di circa il 65% a confronto con le provincie dove si paga di più. Pordenone Al quarto posto con premi simili a quelli di Udine. In classifica seguono Verbano Cusio Ossola, Biella, Oristano, Vicenza, Gorizia, Vercelli,Lecco, Bolzano, Cuneo, Campobasso, Sondrio, Belluno, Mantova, Isernia, Asti, Enna, Alessandria, Potenza e Bergamo. Da notare che c’è una questione nord-sud, che si vede anche dalla prossima classifica sulle provincie con l’assicurazione auto più cara.Queste le città. Napoli Caserta Crotone Salerno Foggia Bari Taranto Vibo Valentia Barletta Andria Trani Avellino Reggio Calabria Brindisi Prato Pistoia Come si vede ci sono diverse provincie del sud nei primi posti, ma anche qualche città del nord.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>