Safe stamp al posto dell’alcol test

di Alba D'Alberto Commenta

L’alcol test va in pensione e lascia spazio al safe stamp. Questo è quanto si legge oggi nelle riviste di settore. In pratica si lascia spazio al tatuaggio adesivo removibile che tiene conto della percentuale di alcol presente nel corpo delle persone. 

Questa è un’idea di Divay Seshadri e Meghan O’Neill che, da studenti, hanno deciso di mettere a punto un sistema nuovo per trovare le persone patite di alcol al fine da ridurre il numero di incidenti. Senza i loro sinistri, infatti, anche le assicurazioni risulterebbero meno costose. La loro invenzione quindi porterebbe vantaggio ad ogni cittadino.

I punti di forza del sistema sono nel fatto che è economico, costa appena 1 dollaro e poi è dotato di un microchip che analizza le onde elettromagnetiche emesse dal sudore della pelle attirando le particelle di alcol. Il sistema è simile a quello usato per il misuramento della glicemia dei diabetici.

Per capire se chi si mette alla guida ha alzato il gomito bisogna osservare il colore del tatuaggio che cambia da giallo, il colore dei sobri, a blu, colore che indica l’ubriachezza. Come spiega Assicurazione.it:

Con questo semplice sistema visivo sarà possibile accorgersi immediatamente  – e senza ombra di dubbio, affermano gli inventori del metodo – che il livello di alcol nel sangue risulta troppo alto per potersi mettere alla guida. Safe stamp è un sistema talmente innovativo da essere stato promosso con un video che ne illustra le potenzialià firmato da un gigante vicino alla gioventù come Heineken International.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>