Le frodi e meno sinistri con l’assicurazione auto che rimane alta

di redazione 0

sinistri

Il convegno “Legalità e questione sociale: rischi e costi dei fenomeni fraudolenti”, organizzato da Msc crociere a bordo della Splendida, è stato l’occasione per parlare della questione delle frodi alle compagnie di assicurazione e dei costi alti delle assicurazioni. I dati che sono stati mostrati hanno visto delle sorprese, delle conferme e degli importanti quesiti.

La conferma è che, come affermato dall’Ania, i costi delle assicurazioni auto si sono abbassati, anche se rimangono alti e, soprattutto, non hanno seguito in modo proporzionale la diminuzione dei sinistri particolarmente alta al sud.
I sinistri sono minori in tutta Italia, ma al sud hanno mostrato i dati più alti. A Napoli, che è la città dove l’assicurazione auto costa di più si è mostrato un certo virtuosismo con i sinistri che si sono abbassati per volumi e valori del 33%. Come mai però a Napoli l’assicurazione auto costa sempre molto? Per il rischio frode che è cresciuto del 15%.

Il convegno a mostrato come le frodi non sono un problema che concerne solo l’Italia o il Mezzogiorno. Questi è invece un fenomeno mondiale che aumenta anche in Paesi come la Svezia, la Gran Bretagna e la Finlandia. C’è un rapporto da circolo vizioso per cui si fanno le frodi perché si ritengono alti i costi delle assicurazioni auto, ma le frodi fanno aumentare le stesse assicurazioni auto. Come ha spiegato al convegno   l’avvocato De Dominicis” Il truffatore ritiene di arrecare un danno alla compagnia assicurativa e non alla collettività, eppure per pagare tale frode la compagnia assicurativa attinge da un fondo rischi che tutti gli assicurati rimpinguano pagando le polizze”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>