Come risparmiare sulla polizza RCA

di pask Commenta

Fonte: Flickr Autore: Mike MacKenzie Licenza: CC BY-SA 2.0

Polizze auto: risparmiare si può. Il dato da cui partire è che il momento storico gioca a favore degli automobilisti. La diffusione di alcune tecnologie, a partire dalla cosiddetta scatola nera, sta contribuendo a tenere il costo medio dell’Rc auto ai minimi storici.

Se si vuole risparmiare davvero la prima dote è la pazienza, non avendo fretta nel valutare le proposte delle diverse compagnie. La soluzione più conveniente non è sempre la più comoda e, soprattutto per i neopatentati, dedicare il tempo necessario alla ricerca è l’unico modo per trovare l’offerta migliore.

Tre fattori fondamentali – Tra le molte cose di cui tenere in conto, a parità di classe di merito, ce ne sono tre da non dimenticare: franchigia, massimale e clausole.

La franchigia può essere relativa o assoluta: con la prima l’assicurazione pagherà interamente tutti i danni se superiori all’importo scelto, con la seconda l’assicurato si farà carico dei danni nei limiti della franchigia mentre la compagnia coprirà tutte le spese oltre quella cifra. Ne deriva, che scegliendo una franchigia assoluta il premio è più basso perché si pagherà sempre una parte dei danni causati.

Secondo fattore importante è il massimale: cioè l’importo massimo che un’assicurazione pagherà in caso di danni causati dal conducente. La legge fissa un minimo ma non un massimo, e in caso di danni maggiori, la differenza dovrà mettercela l’assicurato. Quindi, chi vuole una maggiore tutela dovrebbe optare per una compagnia che offre massimali superiori.

Infine le clausole. Certe compagnie offrono dei servizi extra con pochi euro in più, come il recupero con carro attrezzi, convenzioni per i vetri danneggiati, assistenza h24 ecc. È necessario quindi leggere con attenzione i contratti, soprattutto le parti in piccolo, per capire quale sia l’offerta davvero migliore.

Fonte: Wikimedia Autore: Rasbak Licenza: CC BY-SA 3.0

Le compagnie dirette – Al giorno d’oggi, il modo migliore di risparmiare è attraverso le compagnie dirette, cioè quelle che operano online senza agenzie sul territorio. Esse rappresentano una valida alternativa ma bisogna stare attenti alle truffe, che purtroppo ci sono ovunque. Ovviamente verrà a mancare il fattore umano, infatti con le polizze online in caso d’incidente, si avrà a che fare con call center e sterili pagine web. Ma il risparmio può diventare davvero notevole.

Saper contrattare – Nel caso delle offerte sul web non c’è modo di negoziare il prezzo, si tratta di una situazione di prendere o lasciare. Ma se ci si vuole affidare a un’agenzia sul territorio, una volta individuata la compagnia, bisogna entrare nella parte più delicata: quella della contrattazione. Quasi sempre, non ci sono prezzi fissi, ma range di spesa che possono variare anche di centinaia di euro.

Si sa che la contrattazione è un’arte, e quando bisogna stipulare o rinnovare un contratto assicurativo, saper usare l’arma del bluff fa spesso la differenza. Ormai è risaputo che gli assicuratori, come ogni imprenditore, sono degli esperti di marketing che oltre a usare mezzi psicologici, studiano anche dai migliori professionisti per apprendere le tecniche di comunicazione non verbale, e altri aspetti fondamentali in discipline come il poker sportivo, per capire meglio chi hanno di fronte. Conoscere certi meccanismi è l’unica via se non si vuole cadere nella loro trappola, facendosi vendere altri prodotti che non ci servono, con la scusa di uno sconto sulla polizza auto. Meglio bluffare, dichiarando di aver trovato un prezzo migliore altrove, magari online, ma che voi preferireste farvi assicurare da loro per il prestigio della compagnia o per continuare il rapporto con chi vi ha assicurato per anni, sicuramente riceverete subito un’offerta più vantaggiosa.

Il prezzo migliore – Un ulteriore risparmio lo si ottiene scegliendo una diversa modalità di pagamento. Le assicurazioni tendono a fidelizzare i clienti, offrendo sconti a chi paga il premio una volta all’anno, rispetto ai versamenti ogni tre o sei mesi. Non abbiate paura a chiedere uno sconto alla vostra compagnia, e nel caso si capisca di poter ottenere di meglio altrove non esitate a cambiare, non costa nulla.

Il nostro consiglio è quello di dare un’occhiata a quello che il mercato offre, un paio di mesi prima di rinnovare la propria polizza, e in caso di prezzo migliore muoversi per tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>